• Privacy Policy
  • DMCA
  • Impressum

Un bambino di 11 anni è stato abbandonato dai genitori adottivi, e poi salvato da un improbabile eroe

Nel 2018, un ragazzo di nome Anthony si è improvvisamente ritrovato solo al mondo. I suoi genitori lo avevano dato in adozione quando aveva solo quattro anni. Invece di trovare una famiglia amorevole pronta ad accoglierlo, è rimbalzato nel sistema di affidamento per sette lunghi anni, fino all’abbandono definitivo dei genitori affidatari. Proprio quando la situazione sembrava senza speranza, una semplice telefonata lo mise in contatto con uno sconosciuto, destinato a cambiare la sua vita per sempre.

Vicolo cieco

L'assistente sociale Jessica Ward non sapeva più come gestire la situazione di Anthony. I suoi ultimi genitori affidatari lo avevano abbandonato in un ospedale di Charlotte, nella Carolina del Nord, e il ragazzino di 11 anni non aveva un futuro. Jessica disponeva di un'ultima possibilità: trovare qualcuno disposto a prendersi cura di lui nel fine settimana, mentre lei cercava di trovargli una sistemazione definitiva. Se il piano non avesse funzionato, si sarebbe trovata in un vicolo cieco.

La telefonata

Jessica chiese a Peter Mutabazi, un genitore affidatario presente in zona, se Anthony poteva stare con lui quel fine settimana, insistendo sul fatto che non sarebbe stato nulla di duraturo. La storia dello sfortunato ragazzo fece breccia nel cuore di Peter, e anche se non era del tutto convinto dell'idea, si recò all'ospedale.

Aiutare i bambini

Peter sembrò prendere in simpatia Anthony immediatamente, come nessun altro adulto aveva fatto. Non per nulla aveva una lunga esperienza nel cercare di aiutare i bambini: da tre anni Mutabazi si stava dedicando al ruolo di padre adottivo e ad aiutare i bambini presenti nel sistema. Inizialmente non era però molto propenso ad accogliere Anthony.

Indecisione

Parlando con ‘Love What Matters’, Mutabazi descrisse la sua situazione e i possibile problemi per Anthony. Da sette mesi aveva in affidamento due fratellini, e proprio la settimana prima della comparsa di Anthony, Mutabazi aveva saputo che erano destinati a tornare con i loro genitori naturali. Mutabazi era addolorato per la loro partenza, ma vedeva come soluzione momentanea accogliere Anthony nella sua casa: li avrebbe potuti aiutare entrambi.